it-swarm-eu.dev

Come ridurre la partizione di avvio di Windows 7 con file fissi

Ho appena acquistato un laptop HP con Windows 7 (64 bit). Ha un hard disk da 500 GB con tre partizioni: una piccola partizione di sistema nascosta, una partizione di ripristino da 12 GiB HP e una partizione di avvio da 450 GiB C: boot.

Vorrei dividere questa grande C: partizione in due partizioni, lasciando solo 100 GiB per il sistema e dando il resto a una nuova partizione dati.

Sebbene l'utilità di gestione disco integrata di Windows abbia un'opzione per ridurre la partizione di avvio, mi consente solo di ridurla all'incirca della metà, anche se vengono utilizzati solo 20 GiB sulla partizione. Per quanto ho capito, i file inamovibili del sistema si trovano nel mezzo della partizione, impedendo all'utility Gestione disco di fare ciò che voglio.

E poiché i nuovi laptop HP non vengono forniti con i dischi di installazione del sistema operativo (consentono solo di creare dischi di ripristino autonomamente), non posso solo ripartire l'HDD e quindi reinstallare il sistema operativo.

Quindi, c'è un modo per ridurre la partizione C: avviabile e preservare il funzionamento di Windows 7?

P.S .: Ho provato a utilizzare l'utility di terze parti GParted e, dopo aver ridotto la partizione, Windows 7 ha interrotto l'avvio, con un BSoD . Il ripristino del sistema non ha funzionato e ho dovuto fare il ripristino di fabbrica. Poiché questo è un processo lungo, vorrei evitare di farlo di nuovo :) Quindi, per favore, suggeriamo solo soluzioni provate.

114
Alex Che

TL; DR

  1. Prova a ridurre la partizione nello snap-in Gestione disco di Windows. Passare al punto 2, se la contrazione non riesce.
  2. Trova l'evento con ID 259 nel registro eventi di Windows e vedi i suoi dettagli.
  3. Per ulteriori dettagli, opzionalmente, eseguire il comando fsutil con i parametri appropriati indicati nel passaggio 2.
  4. Dati i dettagli dei passaggi 2 e 3, determinare quale componente, programma o funzione sta bloccando la partizione.
  5. Disabilitalo temporaneamente o disinstallalo.
  6. Vai al passaggio 1.

Possibili colpevoli: Memoria virtuale, Ripristino configurazione di sistema e/o Indice di ricerca Windows (cartella Informazioni volume sistema), Sospensione, File temporanei di Internet Explorer.

Versione dettagliata:

Nelle attività di basso livello, come lavorare con una partizione di sistema HDD, preferisco usare strumenti nativi il più possibile e passare a strumenti di terze parti solo come ultima risorsa, se nessuno degli strumenti nativi lavorato. Quindi, diretto da harrymc, ho dato Gestione disco di Windows un altro tentativo.

Ho prima trasformato Virtual Memory e System Restore off, rimosso System Volume Information e dopo che l'utility Gestione disco mi ha permesso di ridurre la partizione C: come avevo bisogno Successivamente ho riattivato le funzionalità.

Le seguenti istruzioni possono aiutare a identificare quale applicazione o componente impediscono il restringimento della partizione. Per prima cosa è necessario trovare l'ultimo evento con ID 259 nel registro eventi di Windows (consultare Visualizzatore eventi/Registri di Windows/Applicazione). L'evento viene generato quando il sistema analizza una partizione e, se hai già provato a ridurre una partizione facendo clic con il pulsante destro del mouse sullo snap-in di gestione del disco, l'evento dovrebbe trovarsi lì. Un altro modo per fare in modo che il sistema analizzi una partizione è eseguire l'utilità di deframmentazione integrata di Windows. L'evento ti dice l'ultimo file inamovibile o solo il numero dell'ultimo cluster di tale file. Ti dice anche il comando completo da eseguire dalla riga di comando per ottenere maggiori dettagli sull'ultimo file non amovibile. (In alternativa, probabilmente si può anche provare a calcolare il numero di cluster come dimensione minima consentita della partizione divisa per dimensione del cluster, quindi eseguire il comando fsutil con i parametri appropriati).

Il nome file ti darà un suggerimento per indovinare, quale programma o funzione sta bloccando la tua partizione. E poi puoi spegnerlo o disinstallarlo, e vedere se ha aiutato. Nel mio caso è stato sufficiente disattivare la memoria virtuale e il ripristino di sistema. A volte è anche necessario disattivare ibernazione, ecc. E talvolta può essere utile anche la deframmentazione della partizione. Inoltre, come indicato in l'articolo di WindowsITPro , file Indice di ricerca di Windows e file temporanei di Internet Explorer può anche essere "inamovibile". A volte basta disabilitare il Ripristino configurazione di sistema e l'indice di ricerca di Windows rimuove automaticamente i file inamovibili dalla cartella delle informazioni sul volume del sistema e, a volte, potrebbe essere necessario rimuovere manualmente la cartella.

P.S .: Grazie a tutti per le risposte. Probabilmente anche gli strumenti di terze parti funzionerebbero nel mio caso, e probabilmente sono più facili da usare, ma come ho già detto, per questo tipo di compiti preferisco usare il più possibile gli strumenti nativi. Inoltre, grazie personale a harrymc per l'importante suggerimento.

96
Alex Che

Se fossi in te, darei Gparted un altro tentativo, può essere usato come un disco di avvio di Linux e può ridimensionare i dischi molto bene.

Se dai un'occhiata alla pagina di download , c'è un avviso con un bug relativo ai dischi NTFS, quindi potresti voler provare una versione precedente.

ATTENZIONE: Recentemente sono stati segnalati diversi problemi durante il ridimensionamento dei file system utilizzando gparted-live-0.5.0-3. Nel caso del file system NTFS, il messaggio di errore visualizzato dopo il ridimensionamento della partizione è:

  ERROR: Current NTFS volume size is bigger than the device size!

Il problema sembra essere correlato alla combinazione di pacchetti, kernel Linux e patch utilizzati nell'immagine GParted Live. Stiamo investigando per trovare la causa principale del problema. Fino a quando questo problema non è risolto raccomandiamo GParted Live 0.4-6-1 per ridimensionare tutti i file system.

9
William Hilsum

Innanzitutto, eseguo il backup della partizione di sistema (ad esempio, con Symantec Ghost v11 Enterprise). E per buona misura, immagina anche il disco INTERO (puoi ripristinare molto più velocemente rispetto alla funzione di ripristino di HP).

Quindi elimina l'unità C: e crea due nuove partizioni per i tuoi gusti con uno strumento di partizionamento a tua scelta. Quindi distribuire l'immagine dell'ex C: drive alla prima partizione.

8
Molly7244

Alcuni file di Windows sono non rimovibili e sono allocati in modo non ottimale da Windows alla fine o al centro del disco, in modo che uno possa solo ridurre C fino a un limite. Che è esattamente quello che hai scoperto: il disco non può essere ulteriormente ridotto senza distruggere Windows.

L'unica soluzione è reinstallare Windows in una partizione più piccola. Nel tuo caso, dovrai eliminare la partizione di sistema esistente e dividerla in due partizioni tramite uno strumento di terze parti, quindi ripristinare Windows nella partizione first sul disco. Non toccare la partizione di ripristino!

Suggerisco di usare Paragon Partition Manager 2010 Free Edition come avere una buona interfaccia utente. Altrimenti puoi usare qualsiasi altro strumento come GParted.

6
harrymc

GParted risolto il mio problema! Dopo aver lottato con file inamovibili nel Disk Manager standard di Windows, ho finalmente utilizzato GParted da Ubuntu 10.04 (Lucid Lynx) live CD . Ha funzionato come un fascino!

4
Laurynas

Ho battuto la testa per diversi giorni nel tentativo di ridurre una partizione primaria di Windows 7 che ospita il sistema operativo. Il problema era un insieme di file di sistema situati nel mezzo della partizione che erano stati esclusi durante il processo di deframmentazione. Vari tentativi con diversi programmi di partizionamento del disco, alcuni dei quali hanno promosso la loro capacità di spostare tutti i file di sistema, sono riusciti a creare solo più frustrazione.

La soluzione:

Disattiva il ripristino del sistema. I file che non si sarebbero trasferiti durante la deframmentazione sono stati creati da tale utilità e contenevano tutti i punti di ripristino. Quando si disattiva il ripristino del sistema, questi file vengono eliminati. Una volta cancellato, l'utility Gestione disco di Windows 7 è stata in grado di ridurre la mia partizione C: 259 GB a un po 'più di 40 GB.

4
Spok

Per un drive bit-lock ho usato con successo lo strumento Raxco Perfect Disk 12 (versione di valutazione).

Contiene uno strumento di deframmentazione con un profilo 'shrink drive'. Può spostare al volo molti file inamovibili. Nel mio caso, avevo comunque bisogno di programmarlo all'avvio e ha funzionato. Successivamente, sono stato in grado di ridurre l'unità dalla console Gestione disco in un modo standard.

Vantaggi:

  • Ha funzionato nonostante il fatto che il mio disco di sistema fosse bloccato in modalità bit. Bitlocker impedirebbe gli strumenti di Linux, suppongo.
  • Non ha alterato la mia configurazione di bitlocker. Alcuni strumenti che disturbano la sequenza di avvio attivano la modalità di ripristino di Bitlocker.
  • Non ha richiesto la disattivazione, la disinstallazione o la rimozione di alcun file.
3
user377178