it-swarm-eu.dev

In che misura un cliente dovrebbe essere coinvolto in UI / UX Design?

In che misura un cliente dovrebbe essere coinvolto in Utente Interaface e User Experience Design?

Ad esempio, in un lavoro di web design, in che misura il cliente dovrebbe essere coinvolto nella struttura del layout del sito Web (menu, contenuto, piè di pagina, barra laterale, ecc ...)?

12
janoChen

Il cliente accetta il tuo lavoro, quindi è responsabilità del progettista di UX ascoltare le correzioni del cliente, comprendere i suoi problemi e proporre e spiegare/proteggere la soluzione per lui.

Ogni volta che il cliente fa una correzione/proposta, non importa quanto sembri stupido, dovresti ascoltarlo, capire il suo problema e risolverlo. Se ti chiedevi se puoi usare la tua autorità, allora la risposta è no. Ogni parola del cliente è importante e dovresti fare qualcosa al riguardo (potrebbe essere una piccola spiegazione/insegnamento dell'interfaccia utente o una massiccia ripetizione del tuo lavoro, a seconda della fonte del problema).

8
Nikita Prokopov

Quando dici cliente intendi anche l'utente finale?

Il cliente dovrebbe essere coinvolto nella misura in cui si sente incluso, le sue opinioni vengono ascoltate e stai sviluppando qualcosa di utile per loro (in modo da essere pagato). Questo ovviamente deve essere bilanciato con il tuo dovere professionale per fornire un'interfaccia adatta.

Punti importanti da ricordare sempre:

  • La maggior parte degli utenti ti parlerà della loro esperienza nell'uso di uno strumento esistente che usano per eseguire un'attività. Di solito non apprezzeranno la distinzione tra lo strumento e l'attività. Nel progettare l'interazione stai progettando come eseguire un'attività, e questo non è necessariamente lo stesso che elaborare lo strumento esistente. Potrebbe essere necessario educare i tuoi clienti/utenti di questo.

  • Gli utenti finali e gli esperti in materia sono esperti in ciò che fanno. Devono essere coinvolti in modo da capire quali sono i loro obiettivi, quali sono necessari per raggiungerli, cosa attualmente funziona per loro e quali sono le carenze attuali. NON sono tuttavia esperti di design o interazione. Sei tu. E potresti dover educare i tuoi clienti/utenti in modo che apprezzino questa distinzione.

  • Ricevi feedback in anticipo e in modo iterativo. Utilizzare prototipi a bassa fedeltà. Ciò consentirà di risparmiare impegno, aumentare il "buy-in" e aiutare a ottenere un feedback importante relativo agli utenti che svolgono il loro compito (ad esempio "ut oh, ho davvero bisogno di sapere con quanti giorni di anticipo questo è e non mi dice che ovunque ") piuttosto che i dettagli di superficie (" ooh non mi piace quella sfumatura di blu ").

4
Splog

Immagino che dipenda.

Se stai eseguendo l'app solo per il client, dovrebbero avere una forte influenza, non un controllo totale. Esistono ancora best practice consolidate che non devono essere ignorate solo perché il client non le conosce. Ma in generale ti stanno pagando e quando scoprono che l'interfaccia utente dell'app non soddisfa le loro esigenze, non saranno felici.

Se l'app verrà venduta a più clienti, la situazione è diversa, poiché qui verrà applicata la UXD generale a tutti i clienti. I clienti dovrebbero comunque avere la possibilità di personalizzare le parti dell'app tramite CSS o loghi aziendali diversi

1
Heiko Rupp

Dal punto di vista montario , dovresti eseguire la maggior parte degli ordini del cliente. Se non sei d'accordo con uno dei punti del cliente, fornisci i risultati dei migliori esperti di usabilità, come Jacob Nielson , per sostenere il tuo reclamo. Mostrare numeri dai risultati aiuta anche. Se il cliente si rifiuta ancora di ascoltare dopo averlo sollevato, fai semplicemente quello che dice. Ogni ulteriore discussione porterà a risse e, eventualmente, alla cancellazione del contratto.

Dal punto di vista dell'utente , dovresti mettere del nastro adesivo sulla bocca del tuo cliente. La maggior parte dei clienti non ha idea dell'usabilità. Se lo sapessero, lo progetterebbero da soli. Se non ti piace eseguire ordini errati da clienti cattivi, prendi in considerazione la possibilità di abbandonare l'attività di libero professionista e iniziare a creare i tuoi siti Web.

1
JoJo

Stai progettando qualcosa per il cliente, non per te stesso. Dovrebbero essere coinvolti in ogni fase del processo. Non sono sicuro del perché potresti considerare qualcosa di diverso.

0
Charles Boyung

È una relazione di amore e odio o dare e avere :-)

Come designer dobbiamo soddisfare le richieste/richieste dei nostri clienti, quindi alla fine del cliente infelice = pessima reputazione o nessun giorno di paga :-(

Mi piace incontrare i miei clienti che li ascoltino, che mi mostrino i siti che preferiscono e i siti a cui desiderano che il loro prodotto assomigli o abbiano funzionalità simili. Da lì mi metto le cuffie e vado al lavoro in poche ore o giorni mi viene in mente una prima soluzione bozza. (Nota: si spera che il tuo cliente possa capire i wireframe e non richiede prototipi ad alta fedeltà. ;-))

Ci incontriamo, presento, discutiamo e facciamo speranze di modifica non per molti. In questo modo posso passare ad alta fedeltà o progetti finali e quindi prototipare/codificare il sito.

Ora, se hai un cliente che crede di comprendere meglio il design, l'interazione e la tecnologia insieme ai modelli di comportamento umano, allora non lo farai tranne la tua opinione professionale, raccomandazione o design. La tua sinistra non ha nient'altro che dover estrarre le grosse pistole. Quello che intendo dire è iniziare a fare riferimento a libri, standard e procedure ux ecc. Dare seguito alle informazioni della concorrenza su chi ha fallito e chi ha avuto successo con i tuoi consigli. Se fallisce, riattacca!

Molto importante sapere quando ritirarsi e quando alzarsi per una battaglia.

spero che aiuti.

igotux

0
IzzyG.

Il cliente ha sempre ragione. Puoi consigliarli nel miglior modo possibile e presentare il tuo caso in caso contrario, ma dannazione se vogliono girare un testo rosa neon, avranno un testo rosa neon rotante.

0
Angelo R.

Il cliente è colui che comprende al meglio le esigenze e il pubblico per il prodotto. Spesso ci sono opportunità per aiutarli a scoprire cose nuove su quel pubblico, ma in generale le comprendono meglio. Detto questo, mi piace coinvolgerli un po ', ma sono attento a tradurre ciò che sto facendo (il design) in termini che consentano loro di parlare di ciò di cui il pubblico e il loro business hanno bisogno. Invece di cercare di farli parlare la mia lingua di IA e wireframe, faccio in modo che la conversazione avvenga nella loro lingua il più possibile.

0
Todd Sieling

Dipende se il client è anche l'utente finale. Se lo sono, allora la risposta è ovvia. In caso contrario, dipende dalla misura in cui comprendono i requisiti dell'utente. Indipendentemente da ciò, dovrebbero essere informati del processo e delle decisioni che avete preso, in modo che comprendano e possano fornire input ove appropriato e che durante il progetto avvenga una comunicazione efficace.

0
Michael Lai