it-swarm-eu.dev

L'etichetta e il campo devono essere separati da due punti?

Quando hai un modulo con campi e didascalie per questi campi, dovresti farlo in questo modo:

Field1: [                       ]
Field2: [                       ]

o così:

Field1  [                       ]
Field2  [                       ]

Ho visto entrambi utilizzati in applicazioni popolari. Microsoft generalmente usa due punti (la scheda Risorse del computer -> Nome computer è un esempio). Opera non usa due punti come separatori nei moduli (esempio: Preferenze modulo).

Personalmente non ho una forte opinione su quale sia la migliore. Ma sto lavorando a questa app "1000s of winforms" in cui sospetto che abbiamo moduli con e senza due punti, quindi vorrei davvero stabilire uno standard e andare in un modo o nell'altro su tutti i moduli perché l'incoerenza è molto peggio di qualsiasi le opzioni.

40
Dyppl

Se il campo e le didascalie hanno stili visivi diversi, i due punti non saranno necessari. I due punti vengono utilizzati nel testo per separare parti di testo poiché non è possibile separare visivamente il testo puro (non formattato).


Colon richiesto:

Field1: questa è la didascalia 1
Campo2: questa è un'altra didascalia


Colon non richiesto:

Field1 Questa è la didascalia 1
Field2 Questa è un'altra didascalia

33
Henrik Ekblom

Sicuramente esisteva un motivo di accessibilità per usare i due punti dopo le etichette nelle applicazioni Windows. Da The Windows Guidelines for Accessible Software Design (Microsoft, 1999):

Termina le etichette di testo statiche con due punti

La fine delle etichette di testo statiche rende completamente chiaro che il testo etichetta il seguente controllo, anziché essere un altro pezzo di informazione. Qualsiasi testo che non identifica il seguente controllo non deve terminare con due punti.

I due punti hanno due scopi:

  • I due punti forniscono un suggerimento semantico all'utente o a uno strumento di automazione in esecuzione per conto dell'utente, che la cosa che segue è meglio compresa nel contesto di essere direttamente correlata a questo oggetto corrente.
  • I due punti aiutano un ausilio di accessibilità a determinare che un campo di testo statico identifica effettivamente il seguente controllo, anziché servire ad altri scopi.

Non ho una versione più recente delle linee guida da vedere per vedere se questo è ancora un requisito con le versioni più recenti di Windows e le sue tecnologie assistive (sospetto che potrebbe non esserlo), ma vale la pena verificarlo.

14
calum_b

Sia le linee guida Mac che Windows richiedono due punti. Per me separano bene l'etichetta e il campo, indipendentemente dal tipo di campo (modifica, radio, controllo, ...).

Aneddoto: ad un certo punto nello sviluppo del nostro software, il processo di traduzione ha perso tutti i due punti delle etichette e la build successiva non aveva più colonne. Che schifo!

Ma, come dici tu, la coerenza qui è più importante. Forse seleziona il percorso che richiede la minima quantità di lavoro? Mmm, cattivo consiglio, davvero, in un forum UX :-)

12
Peter Frings

Come affermava Peter Frings, i "grandi" usano i due punti. Ha anche collegato e citato il Apple e Windows HIGs. Per aggiungere ad esso, ecco un'altra cosa a cui pensare.

Ho 2 informazioni: nome utente e password. Entrambe le etichette sono ovviamente etichette e ho bisogno di caselle di testo per contenere i valori, quindi ovviamente i due punti non sono necessari. Ma ... poi aggiungo un'informazione, come l'indirizzo IP. Bene, questo non è modificabile. Potrei metterlo in una casella di testo che non è modificabile, ma è semplicemente brutto. Quindi l'ho messo in un'etichetta (questo vale per web e desktop, tra l'altro). Ora non ho davvero una distinzione tra i 2. È un assassino? No. Sembra strano? Credo di si. Quindi inizi a pensare a una finestra/pagina che contiene 40 campi. Alcuni modificabili, altri no.

Ogni volta che mi chiedo questo, apro un prodotto maturo progettato da un nome davvero molto grande che mi piace usare. Nel mio caso, ho appena aperto Outlook 2010. Ho aperto la finestra di dialogo Opzioni e ha due punti su tutte le etichette dei pezzi.

Le aziende più grandi specializzate nella creazione di software molto utilizzabili spendono davvero molti soldi in focus group. Normalmente non estraggono il design dell'interfaccia utente dal nulla.

Per anni, hai avuto molta difficoltà a trovare qualsiasi tipo di testo in grassetto in Windows. Almeno nelle interfacce del Core OS. L'hanno leggermente arretrato ora, ma noterai che è utilizzato solo nelle intestazioni o nelle etichette dei campi in cui il valore è molto vicino all'etichetta del campo e i campi non sono modificabili.

2
Matt Dawdy

Personalmente uso sempre i due punti se il campo di input si trova sulla stessa riga dell'etichetta e lo faccio senza i due punti se l'etichetta e l'input sono entrambi su righe separate.

1

Penso che sia necessario se il nome del campo si estende su più righe.

Per esempio:

campo x []
va bene, ma

questo è un campo []
Ho creato

ha bisogno di due punti dopo che la parola "creata" b/c si estende su due righe. I miei occhi vanno dritti al campo di input vuoto prima di leggere la seconda riga. Se tutti i nomi dei campi si trovano su una sola riga, i due punti sono solo un carattere in più che l'utente può ignorare, IMHO.

0
user3814