it-swarm-eu.dev

Quale è più facile da usare: cursori orizzontali o verticali?

Quale tipo di cursori è più facile da usare: orizzontale o verticale?

11

Se studiamo solo barre di scorrimento, la stragrande maggioranza dei mouse supporta lo scorrimento verticale direttamente tramite la rotellina del mouse. Di solito non esiste un modo semplice per scorrere in orizzontale.

8
Jawa

Dipende dal caso d'uso. In generale, un cursore orizzontale viene utilizzato per regolare una proprietà di qualcosa e un cursore verticale (nel contesto di una barra di scorrimento) viene utilizzato per scorrere la vista dell'applicazione.

6
user708

Dico, dipende sicuramente da ciò che il dispositivo di scorrimento è destinato a fare ... e come spesso, non da ultimo.

I cursori verticali soddisfano l'uso della rotellina del mouse. Ciò ha il vantaggio di un'interazione rapida, semplice e intuitiva, sebbene in genere si perda una certa precisione.

I cursori orizzontali , invece, sono comunemente usati (cfr. risposte di mariocatch ) usati per regolare le proprietà. Il vantaggio è la possibilità di un'alta densità di controllo (un cursore verticale - e la sua etichetta - può consumare l'intera larghezza dello schermo e richiedere comunque solo l'equivalente di una singola riga di testo).

2
jensgram

Se stai parlando di cursori di per sé, e non di barre di scorrimento, per quanto ne so, il movimento verticale è in qualche modo fisicamente più semplice. Stai solo contraendo le dita, nel modo più naturale che c'è, come se stessi afferrando qualcosa o facendo un pugno. Il movimento del polso sinistro e destro è "meno naturale", se così si potesse chiamare. Il polso è costruito per spostarsi principalmente sull'asse che scende (dove si affaccia il palmo della mano) e verso l'alto - anche in una persona comune ha un raggio di circa 180 gradi, mentre il suo raggio lateralmente (nella direzione del pollice/mignolo) è molto più limitato e scomodo - circa 90 gradi in totale. Inoltre, le dita contraenti muovono il cursore verticale rigorosamente sull'asse verticale, mentre il movimento laterale del polso non avviene sull'asse orizzontale, ma descrive un arco, a meno che non si stia muovendo l'intero avambraccio.

Detto questo, di solito i cursori orizzontali non sono lunghi quanto la differenza, e puoi compensare il movimento arcuato del polso usando le dita. Non penso che ci sia una differenza significativa nell'uso quotidiano.

0